- Scopri - Takutea

Un piccolo gioiello in un mare cristallino, Takutea è l'archetipo dell'isola tropicale con il suo centro color smeraldo contornato da una sabbia corallina.

Le prove indicano che il Takutea non è mai stato colonizzato nonostante il Capitano Cook, che avvistò l'isola nel 1777, e il suo equipaggio trovando alcune vecchie capanne quando sbarcarono - con difficoltà - il 4 aprile. Di proprietà e amministrato da tutti i proprietari terrieri di Atiu a soli 20 chilometri a nord-ovest (il vicino più vicino dell'isola), è raramente visitato nonostante il suo ricco fascino di vegetazione lussureggiante, brulicante di vita marina, immersioni spettacolari e onde allettanti per chi ama la sfida del surf .

Purtroppo tutto questo incanto è accessibile solo con tempo calmo e sul lato sottovento. La barriera corallina ininterrotta che la circonda rende quasi impossibile prendere un punto d'appoggio e questo è senza la distanza da percorrere e l'imprevedibilità del tempo. Ma per coloro che gettano da parte tutti questi ostacoli, le sue gioie sono molte.

Negli anni passati, gli Atiuani viaggiavano spesso per la generosità di granchi al cocco, pesci, gamberi, paua, tartarughe e uccelli. Ma anche loro furono ostacolati quando un gran numero di isolani si persero in mare nel 1963 durante i viaggi tra Manihiki e Rakahanga. Furono introdotte leggi che proibivano il viaggio tra le isole su imbarcazioni tradizionali e Takutea divenne una landa selvaggia isolata.

Takutea Takutea

Alcuni decenni dopo fu dichiarato santuario degli uccelli e delle tartarughe e in questa modalità protetta fiorì. Gli uccelli marini che volano riempiono i cieli, del calibro dei quali possono essere gli uccelli tropicali dalla coda rossa e le sule dai piedi rossi insieme alla varietà dai piedi marroni, le grandi fregate, i Noddys marroni e neri, la sterna bianca e l'airone di barriera corallina tutti fiorenti sotto l'amministrazione di un Trust. È necessario un permesso speciale dell'Alto Capo per visitare o navigare nella Bounty Bay per un tour ecologico. Le uniche altre visite sono dei tagliatori di copra di Atiuan che una volta all'anno tagliano le noci di cocco e raccolgono le pregiate penne della coda degli uccelli usate per abbellire i costumi tradizionali.

Ma per i coraggiosi, le ricompense sono meravigliose. L'immersione è incomparabile in una barriera corallina incontaminata e non inquinata che fa chiedere a chiunque di chiedersi da dove diavolo sia venuta l'idea del collasso delle barriere coralline del mondo. Incontaminata e pittoresca, è un perfetto esempio di come la conservazione possa garantire la longevità della vita marina.

Poi c'è il surf. Con due possibili pause per gli esperti, l'angolo ovest e la barriera corallina sud-est sono reputate le migliori dei Cooks. Le condizioni sono favorevoli solo quando una tempesta proviene da est, sud-est e nord-ovest. Sono possibili corse di 400 metri: è solo che, nonostante i tentativi, nessuno ci è riuscito.

Recentemente la remota inaccessibilità di Takutea è stata superata con la possibilità di noleggiare un peschereccio o di viaggiare nella baia di Bounty. Ne vale la pena.